facebook
instagram
telegram
whatsapp
phone

328 90 23 750

SEI INTERESSATO? CONTATTACI PER TELEFONO O SU WHATSAPP PER UNA CONSULENZA GRATUITA, OPPURE COMPILA IL MODULO "CONTATTACI" .

risorsa 112

whatsapp
phone

328 90 23 750


whatsapp
phone

whatsapp
phone

PNRR - Parco Agrisolare

2023-04-13 15:53

CF Business & Consulenze

Bandi Nazionali, calabria, innovazione, Start-up, regioni, agricoltura, basilicata, puglia, campania, sicilia, pannelli solari, fotovoltaico, fondo perduto, Italia, energie rinnovabili, parco agrisolare,

parco agrisolare, bando, fotovoltaico, amianto, sistemi di accumulo, coperture, energie rinnovabili

“Parco Agrisolare” prevede il finanziamento di interventi che consistono nell'acquisto e posa in opera di pannelli fotovoltaici sui tetti di fabbricati...

parco agrisolare, bando, fotovoltaico, amianto, sistemi di accumulo, coperture, energie rinnovabili

Cos'è

La misura “Parco Agrisolare” prevede la selezione e il finanziamento di interventi che consistono nell'acquisto e posa in opera di pannelli fotovoltaici sui tetti di fabbricati strumentali all'attività delle imprese beneficiarie.


Unitamente a tale attività, possono essere eseguiti uno o più interventi di riqualificazione dei fabbricati ai fini del miglioramento dell'efficienza energetica delle strutture quali, la rimozione e lo smaltimento dell'amianto dai tetti, la realizzazione dell'isolamento termico dei tetti e/o la realizzazione di un sistema di aerazione.

Chi sono i beneficiari?

  • Imprenditori agricoli, in forma individuale o societaria;

 

  • Imprese Agroindustriali, attiva nella lavorazione e trasformazione dei prodotti agricoli;

 

  • Cooperativa agricola, anche sotto forma di consorzio. 

Intensità del contributo

Le risorse stanziate complessive ammontano a € 993.000.000 suddivise nel seguente modo:

 

  • 693 milioni di euro destinati per la realizzazione di interventi realizzati dalle aziende agricole attive nella produzione agricola primaria;
  • 150 milioni per interventi realizzati da aziende agricole attive nei settori della trasformazione di prodotti agricoli;
  • 75 milioni per interventi realizzati da aziende agricole attive nei settori della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli;
  • 75 milioni per interventi realizzati da aziende agricole attive nei settori della trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli eccedenti il limite di autoconsumo ovvero il limite di autoconsumo condiviso

 

Di seguito le intensità di contributo secondo cui vengono erogate le risorse:

 

AZIENDE AGRICOLE attive nella produzione agricola primaria:

  • 80% della spesa ammissibile per le aziende che raggiungono l’autoconsumo
  • 30% della spesa ammissibile per le aziende che NON raggiungono l’autoconsumo

Sono previste maggiorazioni:

  • 20% per le piccole imprese
  • 10% per le medie imprese
  • 15% per le zone che rientrano nelle: regioni ove il tenore di vita sia anormalmente basso, oppure si abbia una grave forma di sottoccupazione, nonché quello delle regioni di cui all'art. 349, tenuto conto della loro situazione strutturale, economica e sociale (art. 107, par. 3, lett. a) del TFUE).

 

AZIENDE AGROINDUSTRIALI attive nella trasformazione di prodotti agricoli:

  • 80% della spesa ammissibile per le aziende che raggiungono l’autoconsumo e installano un impianto fotovoltaico con potenza tra 6 kWp e 200 kWp;
  • 65% della spesa ammissibile per le aziende che raggiungono l’autoconsumo e installano un impianto fotovoltaico con potenza tra 200 kWp e 500 kWp;
  • 50% della spesa ammissibile per le aziende che raggiungono l’autoconsumo e installano un impianto fotovoltaico con potenza tra 500 kWp e 1000 kWp;

 

AZIENDE AGROINDUSTRIALI attive nella trasformazione di prodotti agricoli in non agricoli & ALTRE IMPRESE NON COMPRESE NELLE DEFINIZIONI SOPRA:

  • 30% della spesa ammissibile per le aziende che raggiungono l’autoconsumo

Sono previste maggiorazioni:

  • 20% per le piccole imprese
  • 10% per le medie imprese
  • 15% per le zone che rientrano nelle: regioni ove il tenore di vita sia anormalmente basso, oppure si abbia una grave forma di sottoccupazione, nonché quello delle regioni di cui all'art. 349, tenuto conto della loro situazione strutturale, economica e sociale (art. 107, par. 3, lett. a) del TFUE).

Interventi e spese ammissibili

Per richiedere il contributo previsto dal Decreto, l’impianto fotovoltaico deve essere di nuova costruzione e con potenza di picco complessiva (espressa in kWp) non inferiore a 6 kWp e non superiore a 1000 kWp. In ogni caso il dimensionamento dell'impianto fotovoltaico sarà tale da soddisfare esclusivamente il fabbisogno energetico dell'azienda, cioè il fabbisogno energetico delle utenze elettriche e termiche che sono presenti sul medesimo sito produttivo/unità locale in cui è ubicato il fabbricato/edificio/manufatto destinatario dell’intervento da realizzare. Il costo massimo ammonta a €1.500.000,00

 

  • Spese ammissibili Impianto fotovoltaico

Sono ammesse al contributo, le spese riferite all’intervento di installazione dell’impianto fotovoltaico, adeguatamente documentate e rendicontabili, fino a € 1500/kWp;

 

  • Spese ammissibili Sistema di Accumulo

​In aggiunta al contributo spettante per la realizzazione dell’impianto fotovoltaico è possibile richiedere un contributo, per le spese di acquisto e installazione di sistemi di accumulo di energia elettrica, fino a un limite di spesa ammissibile pari a

1.000 €/kWh, adeguatamente documentate e rendicontabili.
In ogni caso, ai fini del calcolo del contributo spettante, la spesa massima ammissibile non può eccedere € 100.000,00.

 

  • Spese ammissibili Dispositivi di ricarica

Qualora siano installati dispositivi di ricarica per la mobilità sostenibile, potrà essere riconosciuta, in aggiunta ai massimali di cui ai precedenti paragrafi, una spesa complessiva fino ad un limite massimo ammissibile pari a:

 

  1. € 1.500,00 per installazione di dispositivi di ricarica wallbox di potenza complessiva non superiore ai 22 kW;
  2. € 4.000,00 per installazione di colonnine di ricarica di potenza complessiva non superiore ai 22 kW;
  3. € 250,00/kW, e fino a un massimo di € 30.000,00 per l’installazione di dispositivi di ricarica di potenza complessiva superiore ai 22 kW.

 

  • Spese ammissibili interventi complementari

Gli interventi complementari ammissibili ai benefici previsti dalla Misura consistono nella:

 

  1. rimozione e smaltimento dell’amianto/eternit dai tetti, in conformità alla normativa nazionale di settore vigente;
  2. realizzazione dell’isolamento termico dei tetti;
  3. realizzazione di un sistema di aerazione connesso alla sostituzione del tetto (intercapedine d'aria).

 

La spesa ammissibile di uno o più interventi complementari ammonta massimo a €700.000,00

Parco Agrisolare: tempi e modalità

Le domande saranno inviate tramite la piattaforma informatica predisposta dal soggetto gestore a partire dalle ore 12:00 del 12 settembre 2023 e fino alle ore 12:00 del 12 ottobre 2023

Unisciti al nostro canale Telegram per non perdere nessuna news sugli incentivi alle imprese.


351 66 75 962

351 66 75 962

CONTATTI

bianco@3x

CF BUSINESS E CONSULENZE SRLS

Via dei Normanni, 320

87064 Corigliano Rossano (CS)

​P.Iva: 03770520785
Tel: 351 66 75 962

Tel: 328 90 23 750


facebook
instagram
whatsapp
telegram
phone

Sito realizzato da CF Servizi Digitali

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder